Una raccolta di immagini e versi in vernacolo locale che si snoda attraverso una tradizionale cronaca storica di uno dei tanti poco conosciuti siti rivolgendosi ad un pubblico assai variegato; i cultori delle tradizioni popolari meridionali, gli appassionati di fotografia, gli amanti di racconti d’altri tempi in versi, i viaggiatori solitari che disdegnano gli itinerari più battuti.

Il lavoro nasce per divulgare una tra le tante tradizioni religiose ancora molto vive nei piccoli centri della nostra bella Calabria: la festa di S. Giorgio e S. Francesco da Paola, patroni di Oriolo Calabro, rivelando come tutti, in egual modo, sono accompagnati per mano alla scoperta di questo piccolo e pressoché sconosciuto centro della provincia cosentina attraverso i suoi riti, le sue vie, i volti, le parole, la poesia, i colori.